a cura di Patrizia Lucattini

“Non si tratta di guardare l’altro, ma di guardare
come l’altro guarda il mondo e te”

(Letizia Caronia, Sguardi venuti da lontano)

L’intercultura è una porta aperta: una soglia da abitare e da raccontare; un limite che abbiamo già attraversato, o che un giorno attraverseremo, se saremo sicuri di poterlo perdere senza perderci; un confine, come l’orizzonte che delimitava il nostro sguardo da bambini, che è nel corpo ma non nella mente, che può immaginare l’orizzonte al di là della montagna e del mare. Una pagina bianca, tra due pagine scritte in due lingue diverse, da provare a scrivere nella condivisione.
E’ su questo confine che sperimentiamo la reciprocità dello sguardo: coscienza – faticosa e imbarazzante quanto efficace e necessaria – che mentre i nostri sguardi si posano sugli altri – gli stranieri – i loro si fermano su di noi. E’ qui che proviamo ad ascoltare e a non giudicare, a osservare e a non reagire immediatamente. E’ così che proviamo a costruire l’integrazione: non come l’assorbimento di una cultura in un’altra, ma come scoperta che insieme costruiamo un intero, di cui a ciascuno manca una parte.

Ruotalibera è iscritta nella prima sezione del Registro degli Enti e delle Associazioni che svolgono attività a favore degli immigrati istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
 

Locandina 
 NEWS 2014-15

via Alberto da Giussano 58 
 

PER BAMBINE E BAMBINI DAI 5 AI 10 ANNI

RAGAZZE E RAGAZZI DAGLI 11 AI 18 ANNI

 

Dal primo dicembre nuovo laboratorio di arti visive e artigianato
ISCRIVITI SUBITO!!!
       

 

 


Pagina precedente: Laboratorio Leggere Ascoltare
Pagina seguente: Eufemia Centro Interculturale

Stampa questa pagina